Scorte nuove e limitate: Chateau de Hontambere e il suo stock di Pouchegu   SCOPRIRE

Chollet Cognac

Chollet Cognac

La casa di Chollet Cognac ha forse una storia più breve di altre nella regione, ma è affascinante. Inoltre, la storia dimostra cosa si può ottenere se si vuole veramente seguire la propria passione. Il duro lavoro che i fondatori di Chollet Cognac intrapresero nel 1952 equivale al successo della casa oggi. È un meraviglioso esempio di come un piccolo marchio artigianale possa portare le deliziose meraviglie del mondo del Cognac a noi consumatori. La gamma offerta da Chollet comprende alcuni Cognac molto antichi, sicuramente molto interessanti per chiunque apprezzi le cose più belle della vita. È sicuramente un marchio da esplorare sia per i conoscitori che per i bevitori di Cognac meno esperti.

Prodotti

Filtri attivi

Visualizzati 1-13 su 13 articoli

Cognac Chollet sotto i riflettori

Nella nostra ricerca di gemme nascoste del Cognac rurale, questa volta facciamo luce su Chollet Cognac, un marchio meno conosciuto nella sfera del Cognac. Scoprite il mondo della famiglia Chollet e la sua esperienza insieme all'impressionante collezione di Cognac della maison con il nostro approfondimento qui sotto.

Siamo entusiasti di presentarvi una manciata di Cognac e Rhum Agricoles spettacolari della Maison Chollet. Chollet ha imbottigliato due Rhum, entrambi provenienti dalla Distillerie Bielle di Marie Galante. Serge Valentin di Whiskyfun Fun definisce Bielle uno dei Grands Crus del Rhum - un Rhum da non perdere.

La storia di Chollet Cognac: Compagnia, duro lavoro e perseveranza

La storia di Chollet inizia nel 1952, quando Jeannine e Jacques Chollet, da poco sposati, misero gli occhi su una piccola fattoria nel comune di Boutiers St-Trojan, non lontano dal cuore di Cognac. L'azienda disponeva di circa 10 ettari di terreno, sufficienti per 80 lotti, ma all'epoca aveva pochissime viti. All'inizio, la coppia faticava a sbarcare il lunario: nonostante il forte affiatamento e l'inebriante spinta a impegnarsi al massimo nel lavoro, con due soli cavalli da tiro (Mirka e Baillard) si rivelava estremamente difficile guadagnarsi da vivere con il solo lavoro della terra.

Jacques, con uno spirito combattivo, un ottimismo sfavillante e una mentalità da giocatore di rugby, sapeva di dover correre qualche rischio per investire e sviluppare l'attività. Iniziò quindi con l'acquisto di una mandria di bovini, di alcuni maiali e (naturalmente!) con l'impianto di alcune viti. Poi, nel 1960, nella fattoria e nell'abitazione di Chollet fu installato il primo telefono privato della zona e il primo trattore Renault D30. Ciò provocò lo scetticismo degli altri abitanti del villaggio, che mettevano in dubbio i nuovi progressi tecnologici sostenuti da Chollet, temendo per la loro sopravvivenza finanziaria. Tuttavia, nonostante le polemiche iniziali, questi investimenti cominciarono ben presto a dare i loro frutti.

Con la disponibilità di nuovi terreni e vigneti che si rivelarono ideali per le esigenze di Jacques, il lavoro manuale e agricolo fu assunto da Jacques. Allo stesso tempo, l'amministrazione aziendale e le responsabilità domestiche furono gestite da Jeannine. Nel frattempo, la famiglia si allargava sempre di più, con otto figli ormai sotto la loro ala.

Nel 1971, Jacques e Jeannine erano pronti per una nuova sfida, qualcosa di più grande e migliore che mai. Così, con attrezzi alla mano e con l'aiuto della famiglia e degli amici, costruirono la loro distilleria. Questo permise loro di distillare sia per i viticoltori che per i commercianti.

Una volta terminata la distilleria, fu prodotto il primo Cognac e la Distilleria du Planty era ufficialmente viva e ruggente. Con questi nuovi progressi nell'azienda agricola, la coppia poteva ora passare ad ampliare la propria attività attraverso il commercio, e così procedettero con il lancio dell'attività di imbottigliamento nel 1977, che portò ad un ampliamento della gamma di vini e Cognac.

Il resto non è ancora scritto..

Quasi vent'anni dopo, nel 1995, Jacques e Jeannine hanno separato l'attività vitivinicola e agricola da quella aziendale e hanno ceduto il vigneto ai figli Bertrand Chollet e Christophe Chollet, che hanno assunto la gestione di Chollet Cognac.

Ritiratisi nel 2008, Jacques e Jeannine sono stati orgogliosi di consegnare l'azienda di famiglia alla seconda generazione, che sta attualmente scrivendo i suoi prossimi capitoli. Avendo lavorato nell'azienda dei loro genitori, Bertrand, Christophe e gli altri fratelli si congratulano con i loro genitori, fondatori dell'azienda, per il lavoro svolto e i valori trasmessi lungo il percorso.

Chollet 70° Anniversario

grande Champagne invecchiato 50 anni

Per celebrare 70 anni di raffinata maestria artigianale, Chollet ha lanciato il suo Grande Champagne Cognac. Invecchiato con grazia per oltre 50 anni, questo squisito cognac vanta un robusto 42% di ABV, assicurando che ogni sorso sia memorabile come il suo viaggio. Rigorosamente limitato in quantità, è più raro dell'avvistamento di una cometa. Ogni bottiglia, un sogno per i collezionisti, è contenuta in un cofanetto di legno su misura.

Disponibile in esclusiva su Cognac Expert.

Stock limitato

199 US$
escl. IMPOSTA escl. spedizione

Età del Cognac: Cognac Hors d'Age, invecchiato per 50 anni

Area di crescita: Grande Champagne

ABV: 42%

Rhum imbottigliato da Chollet

Storia di Chollet Cognac

Fu nel 1952 che i novelli sposi Jeannine e Jacques Chollet si innamorarono di una piccola fattoria vicino alla città di Cognac. I due erano certamente imprenditori del loro tempo e la piccola tenuta di 10 ettari nel piccolo comune di Boutiers St-Trojan divenne presto la loro nuova casa. Questo ha rappresentato per loro una sfida, che hanno affrontato in modo ammirevole. A quei tempi non c'erano macchinari pesanti o tecnologie ad assisterli: la coltivazione della terra era affidata al duro lavoro personale e a quello dei loro due cavalli, Mirka e Baillard.

La gioventù, l'ottimismo, il sudore e le lacrime hanno visto la coppia investire, rischiare e contribuire a forgiare un percorso di successo, oltre a sollevare molte sopracciglia per aver portato il cambiamento e il progresso tecnologico nella regione. Infatti, quando nel 1960 fu installato un telefono, fu il primo della zona. Gli fu assegnato un numero di telefono semplicemente 2. Quando poco dopo acquistarono un trattore Renault D30, molti abitanti del luogo iniziarono a temere per la loro sopravvivenza finanziaria.

Ma nonostante i sospetti (o forse proprio per questo), questi e altri investimenti cominciarono a dare i loro frutti. Acquistarono nuovi terreni e vigneti e, otto figli dopo, Jeannine e Jacques iniziarono a espandersi ulteriormente. Con l'aiuto di parenti e amici costruirono una distilleria e nel 1971 fu prodotto il loro primo Cognac.

Chollet Cognac oggi

Oggi Chollet Cognac è nelle mani esperte di Bertrand e Christope Chollet, figli di Jeannine e Jacques. La coppia di fondatori ha continuato ad occuparsi sia dell'attività di Cognac che di quella agricola, fino alla separazione avvenuta nel 1995. Nel 2008 si sono ritirati. Il duro lavoro continua grazie a Bertrand e Christophe, che hanno ereditato la passione, le competenze e lo spirito imprenditoriale dei genitori.

Lavorano instancabilmente alla produzione dei loro Cognac, oltre ad aver ampliato l'attività con l'offerta di bed and breakfast e un campeggio per camper. Portano inoltre i loro Cognac in molte fiere di settore di alto livello per far conoscere ulteriormente le delizie della loro offerta artigianale a una comunità globale.

Notizie, prodotti, aneddoti e premi

Si può solo immaginare quanto debba essere stato difficile per Jeannine e Jacques negli anni Cinquanta. Non solo erano estranei alla zona e si stavano insediando in una rete molto unita e difficile da infiltrare, ma stavano anche portando sul campo da gioco una tecnologia mai vista prima! Non c'è da stupirsi che venissero guardati con, immaginiamo, una certa ilarità e molto sospetto. Ma evviva i pionieri come loro. Perché senza questi spiriti lungimiranti, nessuna industria sarebbe mai progredita.

Oggi la maggior parte dei Cognac prodotti da Chollet sono di qualità Napoleon o superiore. Un'offerta degna di nota è il Grande Champagne Altesse Extra, che è stato premiato con la medaglia d'oro nella 6a Sfida ai migliori distillati francesi per l'Asia 2017.

Visita Chollet Cognac

La casa di Chollet Cognac può essere visitata durante l'estate dal lunedì al venerdì. Gli orari di apertura sono dalle 8.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00. Il sabato è possibile visitarla, ma solo su appuntamento.

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto al confronto.
To give you the best possible experience, this site uses cookies and by continuing to use the site you agree that we can save them.  Our Privacy Policy
Avete seguito con successo questo marchio