category-image

Bonjour Uva dell'Arte

Grape of the Art

Armagnac Castarede 1986

Scoprite l'eccezionale "Grape of the Art Castarède 1986", un raro tesoro di Armagnac proveniente dall'illustre regione della Ténarèze. Prodotto con le migliori uve Ugni Blanc e Colombard e invecchiato per 36 anni in una cantina umida, questo distillato con gradazione di botte (53,4%) è limitato a 246 bottiglie. Intraprendete un viaggio sensoriale con un bouquet di elegante fruttato e un palato di cremosa dolcezza, che rispecchia la finezza e l'eleganza per cui la Ténarèze è rinomata. Con Castarède 1986, una miscela di tradizione, eleganza e sapori squisiti, avrete la possibilità di vivere un pezzo di storia dell'Armagnac.

Esaurito. Sorry ti è sfuggito.

Prossimamente

Non perdetevi questa edizione - iscrivetevi per ricevere un avviso

* indica i dati richiesti

Grape of the Art Castarede 1986

Categoria: Armagnac Ténarèze

Produttore: Castarede

Età: 1986 Vintage - 36 anni

ABV: 53,4 % - Resistenza di botte

Vitigni: Ugni Blanc e Colombard

Clima di cantina: Cantina umida

Cosa?

Grape of the Art Castarède 1986 Ténarèze

Botte N°B10, 36 anni, cantina umida, 53,4% abv forza della botte

Ugni Blanc e Colombard

Chi?

Grape of the Art

La famiglia Castarède è stata la guida della più antica casa di Armagnac francese fin dalla sua fondazione nel 1832, una storia che abbraccia oltre sei generazioni. Oggi, a 192 anni dalla sua fondazione, l'azienda rimane sotto l'occhio vigile di Florence Castarède, che continua a portare avanti la fiaccola della tradizione della sua famiglia. Questa casa possiede una vasta collezione di Armagnac d'annata, con la bottiglia più antica che risale al 1893.

Un punto d'orgoglio per l'Armagnac Castarède è che gli ultimi due maestri di cantina hanno ricoperto il loro ruolo per oltre tre decenni. Questo fatto impressionante è una garanzia informale di coerenza e qualità per ciò che finisce in bottiglia, come dimostra questa edizione Grape of the Art 1986. L'impegno della famiglia Castarède nel presentare il meglio di ciò che l'Armagnac ha da offrire l'ha portata a diventare molto più di una semplice casa di Armagnac; è parte del tessuto della regione e di questo grande spirito - l'Armagnac.

Il loro impegno va ben oltre i confini della Francia, poiché Florence Castarède si impegna attivamente con un pubblico globale. Certo, non ci sono locomotive regionali come quelle della regione di Cognac, ma una casa come Castarède svolge un ruolo enorme nella condivisione dell'Armagnac al di fuori della Francia. E a questo diciamo: bravo!

Dove?

Ténarèze

Come?

Il Grape of the Art Castarède 1986 Ténarèze Armagnac è invecchiato per 36 anni in botte N°B10 in una delle cantine umide di Castarède. Ha un robusto 53,4% ABV a gradazione di botte ed è un blend di uve Ugni Blanc e Colombard (le proporzioni esatte sono sconosciute). Come per ogni imbottigliamento di Grape of the Art, il colore è naturale, non ci sono additivi di alcun tipo e non è stata effettuata alcuna filtrazione per raffreddamento.

È un Armagnac dall'eleganza immediata, con un mix fruttato di bacche e frutti tropicali. Evoca la primavera con la sua freschezza floreale e la sua delicatezza e finezza lo fanno ricordare alcuni Cognac. Presenta una bella consistenza, che si fonde con la cremosità e l'oleosità, con sapori di sorbetti di frutti di bosco. L'eleganza del naso è confermata, offrendo un'esperienza di degustazione equilibrata e raffinata che gestisce molto bene il suo livello alcolico.

Che cosa?

Grape of the Art Castarède 1986 Ténarèze

Botte N°B10, 36 anni, cantina umida, 53,4% abv forza della botte

Ugni Blanc e Colombard

Chi?

Grape of the Art

La famiglia Castarède è stata la guida della più antica casa di Armagnac francese fin dalla sua fondazione nel 1832, una storia che attraversa più di sei generazioni. Oggi, a 192 anni dalla sua fondazione, l'azienda rimane sotto l'occhio vigile di Florence Castarède, che continua a portare avanti la tradizione della sua famiglia. Questa casa possiede una vasta collezione di Armagnac d'annata, con la bottiglia più antica che risale al 1893.

Un punto d'orgoglio per l'Armagnac Castarède è che gli ultimi due maestri di cantina hanno ricoperto il loro ruolo per oltre tre decenni. Questo fatto impressionante è una garanzia informale di coerenza e qualità per ciò che finisce in bottiglia, come dimostra questa edizione Grape of the Art 1986. L'impegno della famiglia Castarède nel presentare il meglio di ciò che l'Armagnac ha da offrire l'ha portata a diventare molto più di una semplice casa di Armagnac; è parte del tessuto della regione e di questo grande spirito - l'Armagnac.

Il loro impegno va ben oltre i confini della Francia, poiché Florence Castarède si impegna attivamente con un pubblico globale. Certo, non ci sono locomotive regionali come quelle della regione di Cognac, ma una casa come Castarède svolge un ruolo enorme nella condivisione dell'Armagnac al di fuori della Francia. E a questo diciamo: bravo!

Dove?

Ténarèze

Come?

L'Armagnac Grape of the Art Castarède 1986 Ténarèze è invecchiato per 36 anni in botte N°B10 in una delle umide cantine di Castarède. Ha un robusto 53,4% di ABV a gradazione di botte ed è un blend di uve Ugni Blanc e Colombard (le proporzioni esatte sono sconosciute). Come per ogni imbottigliamento di Grape of the Art, il colore è naturale, non ci sono additivi di alcun tipo e non è stata effettuata alcuna filtrazione per raffreddamento.

È un Armagnac dall'eleganza immediata, con un mix fruttato di bacche e frutti tropicali. Evoca la primavera con la sua freschezza floreale e la sua delicatezza e finezza lo fanno ricordare alcuni Cognac. Presenta una bella consistenza, che si fonde con la cremosità e l'oleosità, con sapori di sorbetti di frutti di bosco. L'eleganza del naso è confermata, offrendo un'esperienza di degustazione equilibrata e raffinata che gestisce molto bene il suo livello alcolico.

Motivo della scelta

Sebbene questo Grape of the Art Castarède 1986 sia chiaramente un Armagnac, possiede tutti gli aromi, i sapori e - cosa molto importante - le sensazioni che qualsiasi amante di Cognac potrebbe provare. Quindi, chiunque sia appassionato di Cognac rinforzati in botte, sarà probabilmente entusiasta di questo imbottigliamento. Noi lo siamo di sicuro!

Naso

Immediata sensazione di eleganza
Frutta in evidenza: vari frutti di bosco e poi frutta tropicale - mango, frutto della passione
Evocativo della primavera - floreale, fresco, vibrante
Curiosamente, un naso che strizza l'occhio ad alcuni Cognac - ci piace!

Palato

Bella consistenza tra il cremoso e l'oleoso
Morbidi e delicati sorbetti di frutta (più sui frutti di bosco)
L'impressione di eleganza al naso è immediatamente confermata
Equilibrato
Porta molto bene il suo grado alcolico

Naso:
Immediata sensazione di eleganza
Frutta in evidenza: vari frutti di bosco e poi frutta tropicale - mango, frutto della passione
Evocativo della primavera - floreale, fresco, vibrante
Curiosamente, un naso che strizza l'occhio ad alcuni Cognac - ci piace!

Palato:
Bella struttura a metà tra il cremoso e l'oleoso
Sorbetti di frutta morbidi e delicati (più sui frutti di bosco)
L'impressione di eleganza del naso è immediatamente confermata
Equilibrato
Porta molto bene il suo grado alcolico

Fatto divertente

Il dipartimento del Gers in Francia, che comprende gran parte della regione dell'Armagnac, è un dipartimento notevolmente rurale. La maggior parte dei villaggi e dei comuni conta meno di 2000 abitanti. Ma ciò che manca in termini di popolazione è più che compensato dall'anima e dall'autenticità. È una delle zone più accoglienti e belle della Francia.

Robert, Oliver, Sascha, Christian e Leonard: i 5 amici dietro di noi Grape of the Art

Circa Grape of the Art

Un imbottigliatore indipendente specializzato in Armagnac e in Cognac grape of Art è composto da cinque soci: Oliver Gerhardt, Christian Maier, Leonard Stumpf, Sascha Junkert e Robert Bauer.

Il concetto di Grape of the Art è nato durante una degustazione alla cieca del loro gruppo di rum e whisky a Stoccarda, in Germania, dove sono rimasti stupiti dall'eccellenza e dalla diversità dell'Armagnac. Così Grape of the Art ha iniziato a degustare un Armagnac e il loro primo prodotto, "Domaine Le Frêche", era un Armagnac di 13 anni. Dopo la degustazione di Stoccarda, si sono tuffati nel mondo del brandy e hanno scoperto che c'erano pochi imbottigliamenti sul mercato tedesco che soddisfacevano le loro aspettative di botti singole non adulterate e non diluite.

La loro curiosità e la loro esplorazione li hanno infine condotti nella regione dell'Armagnac e di Cognac, dove hanno avuto la fortuna di incontrare persone straordinarie che hanno dato loro la possibilità di assaggiare i loro distillati direttamente dalla botte. Lavoriamo a stretto contatto con GotA e siamo felici di presentare le bottiglie a un pubblico internazionale. L'impegno a selezionare botti all'avanguardia è una priorità, ma anche vestire le bottiglie con un'immagine fresca e moderna è un aspetto fondamentale per distinguere la collezione Grape of Art. A tal fine, il team lavora a stretto contatto con la designer Theresa, dedicando tempo ed energia creativa alla creazione di bottiglie divertenti e di etichette curate.

L'arte della degustazione

Dopo aver incontrato molti accoglienti produttori delle regioni di Cognac e Armagnac, hanno potuto entrare nei magazzini e assaggiare i distillati direttamente dalla botte.

Portando nel progetto punti di forza e competenze individuali, formano un team coerente e reciprocamente complementare che, nonostante i diversi gusti e focus sugli spiriti, ha quasi sempre gli stessi preferiti in una degustazione alla cieca.

Quando si tratta di selezionare una botte, tuttavia, come regola generale, almeno 4 su 5 del gruppo devono essere entusiasti di ciò che stanno assaggiando, affinché la promessa di qualità di Grape of Art sia assicurata. Dopo aver esplorato le cantine e aver lasciato il sito al produttore, i cinque portano a casa campioni delle migliori botti. A casa, questi vengono poi divisi e ogni membro del team li assaggia di nuovo alla cieca e in modo imparziale, insieme a imbottigliamenti di riferimento per sé.

Poi, nella fase finale della degustazione, i cinque si riuniscono per assaggiare nuovamente e prendere la decisione finale. Con questo approccio, le emozioni del magazzino e l'influenza dell'età, del marchio o della gradazione alcolica passano in secondo piano e l'obiettività aumenta. E anche se ogni membro del team si assume responsabilità diverse quando si tratta di selezionare i barili e di realizzare le etichette, la decisione finale viene presa sempre insieme.

Con un processo di degustazione così rigoroso, che garantisce selezioni di alta qualità e con un'estetica nuova e fresca che dà un tocco contemporaneo a distillati ricchi di tradizione, cosa si può chiedere di più a un imbottigliatore indipendente?

Altre bottiglie: Grape of the Art

La Frêche 2007 Armagnac

Esaurito.

Séailles 1988 Armagnac

Esaurito.

Jean-Luc Pasquet 68-72

Esaurito.

De Belair 1993 Armagnac

Esaurito.

Armagnac Cuxtan 2006

Esaurito.

Séailles 2000 Armagnac

Esaurito.

Jean-Luc Pasquet Lotto 79

Hontambère 1985 Armagnac

Danis 1988 Armagnac

Séailles 2004

Hontambère 1989 Armagnac

Lheraud 1967 Cognac

Fontan 1996

Rouangle 1986

Castarede 1986

Prossimamente.

Data di uscita: 21 marzo 2024 - 20:00 ora francese

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto al confronto.
To give you the best possible experience, this site uses cookies and by continuing to use the site you agree that we can save them.  Our Privacy Policy
Avete seguito con successo questo marchio