Ricevete una mini bottiglia di Camus XO in omaggio - solo fino ad esaurimento scorte    SCOPRIRE

Château de Montifaud

Château de Montifaud

Di proprietà della famiglia Vallet da sei generazioni, Chateau de Montifaud Cognac vanta 125 ettari di vigneti situati nelle regioni di coltivazione della Grande Champagne e della Petite Champagne. La casa produce una vasta gamma di cognac di alta qualità, tra cui varie annate di raccolti eccezionali. Una tradizione di famiglia che Cognac Chateau Montifaud è orgogliosa di seguire è che quando nasce un nuovo bambino per il capo della casa di cognac, una parte del cognac creato dal raccolto di quell'anno viene messa da parte. Questa viene conservata per un numero variabile di anni, ma può essere venduta solo dalle generazioni future.

Visita Château de Montifaud: 36 Route d'Archiac ,17520 Jarnac-Champagne ,+33 (0) 5 46 49 50 77 ,Contact Montifaud for visits. Other products by Château de Montifaud: Pineau de Charente

Prodotti

Filtri attivi

Visualizzati 1-23 su 23 articoli

Una storia di 6 generazioni

Chateau Montifaud è l'epitome di un marchio familiare; controlla tutti i processi di produzione del Cognac, dalla raccolta delle scorte di vino fino alla vendita dei propri prodotti. Le giovani viti vengono raccolte a mano, mentre il resto del vigneto viene vendemmiato meccanicamente. Oggi, i loro vigneti si estendono su 125 ettari nei due crus di crescita premium della zona di Cognac - la Grande e la Petite Champagne.

La quantità di calcare attivo è la chiave del successo della Grande Champagne, con l'alto contenuto di gesso che gioca un ruolo importante nella produzione di fantastiche acquaviti. Rispettando il savoir-faire delle generazioni precedenti, continuano a innovare e ad adattarsi alle nuove tecnologie. "Tutti in famiglia amano, vivono e respirano il Cognac. È davvero istintivo fare ciò che facciamo", afferma Catherine Vallet, della quinta generazione. "Abbiamo più voglia di trasmettere il desiderio di Cognac che di vendere bottiglie"

Prezzo di Chateau de Montifaud

Il Cognac più prestigioso è lo Chateau de Montifaud Heritage Louis Vallet, il cui prezzo si aggira normalmente intorno ai 180 euro a bottiglia, a meno che non si tratti di un'edizione limitata. Il Cognac XO di Chateau de Montifaud costa poco meno di 100 euro a bottiglia e il Cognac VSOP poco meno di 50 euro.

Tradizione familiare di Chateau de Montifaud

Secondo la tradizione familiare, quando un figlio si unisce al padre nella produzione di Cognac, una parte delle acquaviti distillate in quell'anno viene messa da parte e sarà venduta solo dalle generazioni future. Questo indica l'inestimabile qualità della cantina Chateau de Montifaud Paradise.

Augustin Pierre Vallet, 1a generazione

inizio Il vigneto, di soli 3 ettari, fu creato da Augustin-Pierre Vallet intorno al 1837. Un decennio più tardi, l'estensione era di oltre una dozzina di ettari e Augustin installò tre alambicchi da 3 ettolitri ciascuno per distillare il Cognac - dandogli una posizione di "privilegio" per costruire una fortuna. In quel momento erano pochi i proprietari terrieri della regione che distillavano il proprio vino. Egli, quindi, distillava per sé e per i vicini.

Crisi della fillossera

Lo Château Montifaud non rimase purtroppo indifferente alla crisi della fillossera degli anni Settanta del XIX secolo. Nel 1878, le vigne furono in gran parte distrutte e seguì un periodo difficile per l'azienda di famiglia. Le grandi scorte di Cognac prodotte da Augustin e Pierre li aiutarono a ricostruire la tenuta.

L'era di Maurice Vallet

Maurice, figlio di Pierre, iniziò a distillare con il padre nel 1904. Il Cognac Chateau Montifaud Heritage "Maurice Vallet" è un sottoprodotto delle miscele di quest'epoca. Fu un'epoca di crescita per la casa di Cognac, grazie alla distillazione che veniva ancora chiamata "privilège". Questo permise a Pierre e Maurice di creare due nuovi alambicchi da 12 ettolitri ciascuno (alambicchi successivamente utilizzati da Louis e Michel, e poi rinnovati da Laurent nel 2011).

Pierre Vallet durante la prima guerra mondiale

La situazione economica era particolarmente difficile a causa della Prima Guerra Mondiale, tra il 1914 e il 18. Maurice e suo fratello partirono per la guerra. Maurice e suo fratello partirono per la guerra, mentre Pierre si occupò della tenuta di 35 ettari. Mentre vendeva il suo Cognac ai commercianti di vino, si riservò una parte della sua cantina Paradise, tra cui fusti e bottiglie da 10 litri: fu grazie a questo stock che iniziò una nuova era per Chateau Montifaud. Fu uno dei primi viticoltori della regione a commercializzare i propri prodotti, vendendo il suo Cognac in Francia, Belgio e Svizzera.

Louis Vallet, anni '40

Nel 1940, la situazione si oscura nuovamente con l'inizio della Seconda Guerra Mondiale. Maurice riesce a occuparsi del vigneto fino al 31 dicembre 1943, quando la città di Cognac e la sua regione vengono pesantemente bombardate. Il villaggio di Jarnac-Champagne fu colpito e l'80% della tenuta di famiglia fu distrutta. Solo per fortuna, le cantine di stoccaggio situate a 1 km di distanza furono risparmiate dall'attacco. Louis rilevò il vigneto nel 1947 e distillò il suo primo cognac. Si sposò poi con Micheline ed ebbe due figli, Michel-Maurice e Nicole. Insieme, a poco a poco, Louis e Micheline hanno ricostruito e ampliato il vigneto, ricostruito gli impianti e ampliato l'attività sui mercati esteri. Hanno sviluppato la vendita di bottiglie in nuovi mercati come Germania, Inghilterra e Stati Uniti.

Michel Vallet, anni '70

Nel 1972, Michel raggiunse il padre nella tenuta e continuò la tradizione familiare di conservare una parte del proprio Cognac per le generazioni future. Poi, nel 1973, Louis e Michel creano una nuova distilleria con due alambicchi da 25 ettolitri. L'anno successivo, il 1974, Michel e Catherine si sposarono ed ebbero due figli, Laurent-Louis e Nathalie. Nello stesso periodo, il vigneto raggiunse la dimensione di 48 ettari. Michel e Catherine volevano vendere l'intera produzione in bottiglia e quindi iniziarono a espandersi verso nuovi mercati esteri e a sviluppare la gamma Château Montifaud. Le loro nuove partnership commerciali si estendono a Europa, Canada, Scandinavia, Sudafrica, Asia, Stati Baltici, Russia e Ucraina.

Laurent Vallet - dagli anni 2000 in poi

Nel 2000, Laurent si unisce al padre e al nonno nella tenuta. A quel tempo, il vigneto si estendeva su 60 ettari nei terroir della Grande e della Petite Champagne. Anche una parte della vendemmia 2000 fu messa da parte per le generazioni future. Laurent ha sposato Elodie nel 2004 e hanno due figlie, Loïs e Flavie. Negli anni successivi il vigneto è cresciuto fino a 90 ettari, rimanendo all'interno della Champagne Fine. Nel 2007, Michel e Laurent hanno costruito una nuova cantina di assemblaggio all'avanguardia per continuare a innovare la qualità del Cognac di famiglia. Nello stesso anno, Elodie ha iniziato a lavorare con la famiglia a Château Montifaud.

Visita il sito web di Château de Montifaud

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto al confronto.
To give you the best possible experience, this site uses cookies and by continuing to use the site you agree that we can save them.  Our Privacy Policy
Avete seguito con successo questo marchio